30 NOVEMBRE 2022
Pubblicato da GRUPPO CIDIMU

Dr. Andrea Valli

Infezione batterica frequente negli asili e nelle scuole.

La congiuntivite è una infezione che interessa la membrana che riveste la parte bianca delľocchio e la superficie interna delle palpebre (congiuntiva), caratterizzata da secrezione di muco purulenta, arrossamento e sensazione di malessere. Sovente causata da infezioni batteriche conseguenti a contatti con materiale infetto è frequente negli asili e nelle scuole e facile conseguenza dei raffreddori e delle influenze.

Un capitolo a parte è la congiuntivite allergica dovuta ad una reazione allergica (prurito, secrezione mucosa, marcato arrossamento della congiuntiva ed edema palpebrale), frequente nei bambini, specie nei mesi caldi. Sulla congiuntiva palpebrale sono presenti numerosi noduli (papille). Esiste anche una forma di infiammazione congiuntivale di origine allergica associata alľuso prolungato di lenti a contatto morbide. Le papille, dure ed appiattite, formano uno strato continuo ad acciottolato sulla superficie interna della palpebra superiore.

Le prime terapie da porre in atto sono una buona detersione delle secrezioni che aderiscono alle ciglia e rendono talora difficoltosa ľapertura delle palpebre, utilizzando fazzoletti puliti (meglio se di tessuto che non lascia residui "pelosi"), imbevuti in acqua bollita, possibilmente acqua borica, o utilizzando salviette detergenti monouso imbevute di sostanze antisettiche detergenti.

Ľuso di un collirio antibiotico deve essere immediato con numerose somministrazioni durante la giornata. Per le manifestazioni allergiche il collirio deve contenere farmaci ad azione antistaminica e vasocostrittrice. Un accorgimento da porre in atto per ridurre il rischio del propagarsi a tutto ľambito familiare delľinfezione è quello di utilizzare un proprio asciugamano, un proprio fazzoletto (meglio se di carta), una federa personale ed evitare di sfregare gli occhi con le mani e quindi di toccare tutto ciò che ci circonda.