20 NOVEMBRE 2019
Pubblicato da GRUPPO CIDIMU

Dr.ssa E. Viora

Ecografia in gravidanza.

Le patologie malformative maggiori sono presenti nel 3% dei nati e sono responsabili del 25% della natimortalità e del 45% della mortalità perinatale. Esse costituiscono circa un terzo dei motivi di ospedalizzazione in età pediatrica e sono causa di metà dei ritardi mentali.

Lo strumento a disposizione per lo screening delle malformazioni fetali è ľecografia eseguita nel secondo trimestre di gravidanza, cosiddetta "ecografia di screening" oppure "ecografia morfologica". Essa consente di identificare circa metà dei feti con malformazioni ed è consigliata da molte Società Scientifiche Internazionali ed anche dalla Società Italiana di Ecografia Ostetrica e Ginecologica (SIEOG) come test di screening da proporre a tutte le gravide.
Ľepoca ideale per eseguire ľesame ecografico del secondo trimestre è 19-21 settimane di età gestazionale.

Alle donne in cui sono stati identificati fattori di rischio specifico precedenti la gravidanza (anamnesi personale e familiare, patologia materna) oppure insorti durante la gravidanza (sospetto alľesame ecografico di screening o al test di screening biochimico, assunzione di farmaci, patologie infettive ecc.) è proposta ľecografia diagnostica (comprendendo in questo termine la cosiddetta "ecografia di II livello", ľecocardiografia fetale ed eventuali ulteriori accertamenti quali la valutazione dopplerflussimetrica).