17 NOVEMBRE 2019
Pubblicato da GRUPPO CIDIMU

Dr.ssa E. Viora

Alcune regole comuni valide per quasi tutti i tipi di pillola.

Ogni prodotto farmaceutico riporta nel foglio illustrativo allegato (il cosiddetto "bugiardino") le modalità di assunzione, ma per quasi tutte le pillole oggi in commercio valgono alcune regole comuni. La prima pillola va presa il primo giorno del ciclo mestruale (ad esempio un martedì). La pillola va presa preferibilmente alla stessa ora, sia perché questo è il modo migliore per ottimizzare ľefficacia, sia per ridurre il rischio di dimenticarla: se la si prende sempre nello stesso momento della giornata (ad esempio dopo la cena o dopo la colazione) diventa un fatto automatico che è meno facile scordare.

La pillola va presa preferibilmente a stomaco pieno, per ridurne gli effetti collaterali (ormai molto meno frequenti con le pillole a basso dosaggio) come la nausea e/o il vomito. In tutte le confezioni, sono indicati (oppure sono previsti degli adesivi) i giorni della settimana corrispondenti ad ogni pillola: in questo modo è più facile verificare se la pillola è stata presa oppure no. In ogni confezione vi sono 21 pillole, giunta alla fine si sospende ľassunzione per una settimana: se, per esempio, si è presa la 1° pillola un martedì, la 21° viene assunta un lunedì e poi si sospende fino al martedì successivo. Vi sono in commercio prodotti, a dosaggio molto basso, che non prevedono la sospensione: in ogni blister ci sono 28 pillole (24 di un colore e 4 di un altro) e, dopo aver finito un blister, si inizia quello successivo, senza interruzione. Le 4 pillole di un colore diverso non contengono ormoni ed in quel periodo si verifica il flusso mestruale.