18 FEBBRAIO 2020
Pubblicato da GRUPPO CIDIMU

La fascia di età in cui ľacne si manifesta con maggiore frequenza ed intensità è compresa tra la pre-adolescenza e ľadolescenza.

Dr. Sergio Bruno

Ľacne è una flogosi delle unità pilosebacee che interessa selettivamente alcune sedi tipiche del tegumento (volto, dorso, regione mediotoracica) e colpisce principalmente i giovani nella fascia di età compresa tra i dieci e i venti anni. È caratterizzata da lesioni varie di cui la più caratteristica è il comedone (punto nero) a cui solitamente seguono lesioni papulose, pustolose, cistiche e nodulari che possono anche essere ľunica espressione o coesistere e formare quadri polimorfi.

Dal punto di vista eziologico, indubbiamente, sono molteplici i fattori che intervengono nello sviluppo delľacne: stimoli ormonali, colonizzazione batterica, predisposizione genetica, alimentazione (non tutti i dermatologi sono concordi a tale proposito, tuttavia, in molti casi, il riferito dal paziente dà ragione a questa ipotesi), fattori ambientali che modificano il quadro cutaneo, ambiente di vita.

Ľacne ha un decorso continuo o subcontinuo con peggioramenti e/o miglioramenti occasionali o ciclici: nella donna solitamente peggiora nel periodo che precede il ciclo mestruale. La guarigione avviene normalmente intorno al ventunesimo/venticinquesimo anno di età, senza esiti cicatriziali, nelľacne comedonica e con esiti cicatriziali nelle forme più severe caratterizzate da pustole grandi e ascessi. Non mancano forme tardive e di durata particolarmente lunga. La terapia è di tipo topico o sistemico e, nelle forme con esiti cicatriziali invalidanti, chirurgica.